Biografia
ANDREA GRIMINELLI

Flautista solista,  acclamato dalla critica e dal pubblico per le sue sensibilissime interpretazioni e per la sua tecnica sorprendente, è stato inserito dal New York Times fra gli “otto artisti emergenti degli anni '90”.

1959-1980

Nasce a Correggio, piccolo paese in provincia di Reggio Emilia il 13 dicembre del 1959. All’età di dieci anni la sua insegnante di Educazione Musicale Maria Motti,  intravede le sue straordinarie doti musicali e lo incoraggia ad approfondire i suoi studi inscrivendosi al Conservatorio Achille Peri di Reggio Emilia dove si diploma  a diciannove  anni. Già dall’età di tredici anni inizia a tenere concerti in tutta Italia come solista.

Appena diplomato, entra a far parte  dell’Orchestra della RAI di Torino e del Teatro La  Fenice di Venezia  mentre  contemporaneamente insegna flauto al Conservatorio di Ferrara.

1980-1990

Si classifica al primo posto al Concorso per entrare a studiare  al Conservatorio Superiore di Parigi nella prestigiosissima classe del leggendario Jean-Pierre Rampal. La prospettiva e l’occasione di poter perfezionarsi con un Maestro come Rampal gli dà il coraggio di abbandonare il “posto fisso” sia in orchestra sia in conservatorio per perseguire il suo sogno: diventare un giorno un affermato solista di fama internazionale. Rampal non solo diventa il suo Maestro ma anche il suo Mentore ed amico, tanto che presto collaborano assieme sia esibendosi in concerti sia realizzando il primo CD con etichetta Decca assieme alla English Chamber Orchestra. Durante gli studi  al Conservatorio di Parigi vince il Concorso Internazionale di Stresa e di Alessandria e nel 1983 e nel 1984 ottiene il prestigioso Prix de Paris.

Studia contemporaneamente con il maestro Sir James Galway che lo definisce come "il più grande flautista salito alla ribalta della scena musicale da tanti anni": in seguito quello che era stato inizialmente un semplice rapporto insegnante-allievo diverrà nel tempo una forte amicizia dalla quale scaturiranno anche diverse collaborazioni professionalì.

Il suo debutto a livello internazionale avviene nel 1984 all’età di venticinque anni quando é presentato al pubblico d'oltreoceano da Luciano Pavarotti nel memorabile concerto al Madison Square Gardens di New York e assieme al quale intraprende una intensa collaborazione con più di 200 concerti nell’arco di 14 anni tra i quali gli indimenticabili concerti all' Hyde Park di Londra nel 1990, al Central Park di New York nel 1993, alla Torre Eiffel di Parigi, nella Piazza Rossa di Mosca e molti altri.

Nel 1989 vince un Grammy Award con il CD “Live in Modena, Piazza Grande”.

1990-2000

Nel 1991 il Presidente della Repubblica gli conferisce l’onorificenza di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

La sua carriera si arricchisce di importanti concerti e tournées in Europa, Giappone, Sud America, Stati Uniti e nel mondo intero; si esibisce nei più prestigiosi teatri e sale da concerto dal Teatro alla Scala di Milano alla Carnegie Hall di New York al fianco di artisti quali Pretre, Giulini, Metha, Krivine, Sutherland, Bonynge, Rampal, Rojdestvenski, Levine, Lu-Ja, Ughi, Sado, Semkov, Jean-Marc Luisada e di Orchestre quali la Royal Philharmonic, la Berlin Symphony, la Munchner Rundfunkorchester, la Philharmonia di Londra, la New York Philharmonic, la Rai di Torino, la Dallas Symphony, La Toronto Symphony, le Orchestre di Boston, Chicago, San Francisco, dell’Opera di Parigi e la Los Angeles Philharmonic.

E' stato direttore artistico per diversi anni del concerto di natale in Vaticano, dove ha partecipato anche come solista.

2000-2010:

La sua attività artistica si arricchisce di collaborazioni con Elton John, James Taylor, Bradford Marsalis, Amii Stewart, Andrea Bocelli e il leggendario Ian Anderson leader dei Jethro Tull.

Nel 2001 incide  il disco “Andrea Griminelli’s Cinema Italiano”  dove le più note colonne sonore dei film italiani, riarrangiate da Bacalov e Morricone, sono da lui reinterpretate assieme a Sting, Pavarotti, Lucio Dalla, Deborah Harry y Filippa Giordano.

Esegue in prima mondiale nuove composizioni per flauto e orchestra appositamente scritte per il suo strumento da compositori tra cui Carlo Boccadoro, Fabrizio Festa, Ennio Morricone, Shigeaki Saegusa.

Nel 2003 il Presidente della Repubblica gli conferisce l’ onorificenza di “Ufficiale al merito della Repubblica Italiana”.

Nel 2005-2006 si concentra in un’intensa produzione discografica con etichetta Decca incide l'Opera Omnia per flauto di W.A. Mozart assieme alla Camerata Salzburg con la direzione di Sir Roger Norrington, un CD con musiche dell’Ottocento italiano per flauto e chitarra assieme a Filomena Moretti,  le composizioni di Beethoven e Schubert per flauto e pianoforte con Gianluca Cascioli, i quartetti di Rossini per quartetto di fiati, e i quartetti per flauto e archi di W. A. Mozart con il Keller Quartet.

Le tournèe concertistiche del 2006 hanno incluso, tra gli altri, un tour del Sud America assieme al chitarrista italiano Emanuele Segre nelle principali città del Cile, Argentina, Uruguay e Brasile e il concerto per flauto e orchestra K.313 di W.A.Mozart a Caracas con l’Orchestra giovanile “Simón Bolívar” sotto la direzione del Maestro Gustavo Dudamel.

Nel Settembre 2007 gli è stato conferito l’incarico di Presidente dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Achille Peri” di Reggio Emilia e nel Gennaio 2008 quella di Presidente dell’Istituto Musicale “Claudio Merulo” di Castelnuovo Monti (R.E.). Cariche che ancora ricopre.

Nel 2008 si è esibito insieme all’arpista Luisa Prandina; con l’Orchestre Symphonique du Nancy; alla Hanoi Opera House in occasione dei concerti per la Hennessy Concert Series; si è esibito durante  il concerto a Petra, concerto in onore del Maestro Luciano Pavarotti che è stato successivamente trasmesso in mondovisione ed assieme all'Orchestra I Solisti di Mosca diretti da Yuri Bashmet; nel 2009 inizia a collaborare attivamente  con Andrea Bocelli esibendosi in tutto il mondo e partecipando a concerti memorabili tra cui quello a Napoli nella Piazza del Plebiscito, a Roma al Colosseo, nelle principali città del  Sud America, Stati Uniti e Europa. Si esibisce in Giappone con la Tokyo Symphony Orchestra sotto la direzione del Maestro Naoto Otomo; sempre con etichetta Decca,  incide i Quintetti di Boccherini assieme al Quartetto di Cremona con cui si è esibito in diverse città europee.

Nel 2010  è stato membro della giuria al Concorso internazionale di flauto Carl Nielsen che si è svolto in Danimarca; è impegnato in un tour nel sud est Asiatico  (Tokyo, Seul, Hong Kong, Taipei, Singapore). Partecipa al concerto di chiusura del World Cup in Sud Africa.In settembre torna in tour in Asia dove tiene un concerto nell'ambito dell'Expo 2010 di Shanghai proseguendo nelle principali capitali asiatiche, tra cui Singapore, Jakarta, Hanoi. Il tour vede anche toccare le principali città Giapponesi:  il recital di Tokyo viene inserito  nella  serie di concerti della  prestigiosa sala Bunka Kaikan ed è trasmesso su NHK, principale rete televisiva giapponese

2010-2016:

E’ uscita a Dicembre 2011 l’ incisione discografica con etichetta Decca delle Quattro Stagioni di Vivaldi , nella versione flautistica da lui espressamente curata, e dei Concerti Op. 10 per flauto con I Solisti Filarmonici Italiani.

Nel 2014 è stato pubblicato il doppio CD DECCA del’opera omnia delle Sonate per flauto e basso continuo di J.S.Bach.

La prossima stagione si esibirà in tour sia in recital per flauto e pianoforte sia come solista con orchestra nelle principali città degli Stati Uniti, Sud America, Italia, Europa, Sud-Est Asiatico, Giappone e India.