……..” Eccezionale bravura e intesa dei quattro solisti italiani, soprendenti per il senso del ritmo, il tempismo delle entrate e la capacitŕ di ricreare le suggestioni del crescendo rossiniano……”
   Giancarlo Cerisola